Accesso ai servizi

IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

A decorrere dal 1 gennaio 2012 è dovuta l'Imposta Municipale Unica, introdotta per effetto del combinato disposto dall'art. 8 commi 2-3 , art. 9 comma 1 del D.Lvo 23/2011 ed art. 13 commi 1 e 2 del D.L. 201/2011.

Presupposto

Presupposto dell'imposta è il possesso di fabbricati, compresa l'abitazione principale e le pertinenze della stessa, di aree fabbricabili e di terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa (Art. 1, comma 2 del D.Lvo n. 504/1992). Soggetti passivi

Sono soggetti passivi dell'imposta municipale propria :

  • Il proprietario di immobili, inclusi terreni ed aree edificabili;
  • Titolare di diritto reale d'uso,usufrutto,abitazione,enfiteusi, superficie;
  • Il concessionario di aree demaniali;
  • Il locatario di immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, a decorrere dalla data di stipula e per tutta la durata del contratto.


Abitazione principale (cat. A/1, A/8, A/9)
Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Pertinenze dell'abitazione principale
Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

Detrazioni
Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica (N.b.: non per quota di possesso)

Versamenti

L'imposta dovuta dovrà essere versata con Modello F24 indicando il Codice Catastale del Comune ed utilizzando gli apposti codici tributo istituiti dall'Agenzia delle Entrate.
- prima rata entro il 16 giugno: in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote deliberate
- seconda rata entro il 16 dicembre: a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno con eventuale conguaglio sulla prima rata, applicando le aliquote deliberate dal Comune.

Dichiarazione I.M.U

I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro novanta giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta, utilizzando il modello approvato con il decreto di cui all'articolo 9, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23.

____________________

Aliquote per l'applicazione dell'Imposta Municipale Unica per l'anno 2021 :

ALIQUOTA ABITAZIONE PRINCIPALE ..(A/1, A/8, A/9) ...... 0,4%
ALIQUOTA FABBRICATI CATEGORIA catastale D ...... 0,96%
ALIQUOTA DI BASE ..... 0,96%


Collegamenti:
simulatore di calcolo IMU 2021
Portale del Contribuentevai alla sezione del sito "Portale del contribuente"

Documenti allegati:

Ignora collegamenti di navigazione